A Cagliari il primo parco giochi inclusivo, lavori al via a novembre a Terramaini

Una giostra con uno spazio aperto un po’ più ampio degli altri. Per consentire di far inserire il bambino seduto con la carrozzella. E non farlo rimanere fuori a guardare e a desiderare di giocare insieme ai suoi coetanei. È l’esempio di quello che sarà il parco inclusivo di Terramaini: altalene, giostre, percorsi, giochi a molle. Tutto in un’area che permetterà ai bambini, con e senza disabilità, di divertirsi assieme senza pericoli. Il progetto è nato dalla collaborazione tra Comune e l’associazione onlus Give him a chance. Prevede l’installazione di un’altalena Grenoble per carrozzine, una giostra carosello, un gioco a molla green car, un’altalena Giamaica e un Percorso per un sorriso. I giochi e le attrezzature sono stati acquistati grazie alla campagna di raccolta fondi Gioco anch’io avviata circa un anno fa dalla onlus Give him a chance: una generosità che ha consentito di accumulare un tesoretto di 18mila euro. Il servizio Verde pubblico del Comune ha fatto il resto mettendo a disposizione un’ampia superficie cementata e poi pavimentata in gomma con materiali anti-trauma. I lavori inizieranno la prossima settimana e dureranno circa 20 giorni.

“Un grande segnale di civiltà – ha detto l’assessore dell’ambiente Paolo Frau – un esempio di collaborazione tra amministrazione e associazionismo”. L’obiettivo – ha spiegato la vicepresidente della onlus Anna Guttuso – è quello di trasmettere anche i più piccoli i valori del rispetto delle diversità”. Sull’iter interviene il Movimento cinquestelle: applausi all’iniziativa, ma una tiratina d’orecchie al Comune. “Una settimana fa ho protocollato un’interrogazione proprio sull’argomento – ha detto la consigliera comunale Antonietta Martinez – che ho esposto ieri pomeriggio in aula consiliare. Tale richiesta nasceva da una proposta presentata sei mesi fa al Comune di Cagliari dall’associazione “Give him a chance”. Sarà un caso ma ciò che non è stato fatto in sei mesi, in una settimana ha ottenuto un’improvvisa accelerazione. Personalmente ritengo che gli spazi per i bambini debbano avere la precedenza”.

Foto di repertorio

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share