Cagliari, apre il primo centro d’aiuto per persone fragili e senza fissa dimora

È stato inaugurato a Cagliari, in viale la plaia, vicino alla stazione, il primo Help center in Sardegna per accogliere e sostenere persone senza dimora e in difficoltà. L’iniziativa è frutto della collaborazione fra Ferrovie dello Stato e Comune di Cagliari, sarà gestita dall’associazione Donne al traguardo e fa parte di una rete di 18 centri attivi in tutta Italia.

L’Help center di Cagliari rientra, più nel dettaglio, nella rete coordinata dall’Osservatorio nazionale della solidarietà nelle stazioni, progetto di Fs Italiane e Anci e integrato con servizi di prossimità comunali (Servizio mobile di sostegno, Unità di strada, progetto Città Invisibili). Lo sportello offre un servizio di ascolto, orientamento, osservazione dello stato del disagio ed è rivolto ad adulti in condizione di grave emarginazione sociale, senza fissa dimora e con difficoltà economiche, sanitarie o relazionali.

Il centro di Cagliari opera in uno spazio ampio, all’interno del quale sono previste attività diurne, laboratori e distribuzione vestiario fino all’accoglienza notturna nei diversi appartamenti posti nei piani superiori dell’edificio. L’artista Manu Invisible ha realizzato un grande murale nella struttura. A gestirlo l’associazione Donne al traguardo, nata nel 2001 da un gruppo di donne per aprire spazi al femminile nel campo culturale, sociale, politico ed economico. Rappresenta un’eccellenza nel territorio cagliaritano, per la varietà di iniziative e la capacità di aggregare energie e risorse intorno ad obiettivi comuni.

Il servizio operativo a Cagliari offre una quarantina di posti letto in bassa soglia per accogliere nelle ore notturne uomini, donne e madri in condizione di grave emarginazione sociale. Nello stesso stabile e negli spazi all’aperto adiacenti, l’associazione ha attivato un centro di aggregazione sociale e un servizio di raccolta e distribuzione di viveri e vestiario.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
15
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
15
Share