Trofeo ‘Occhio alle pinne’, caccia alla biodiversità tra Porto Rotondo e Alghero

Anche nel 2017 gli equipaggi impegnati nella Round Sardinia Race, durante la tappa Porto Rotondo Alghero, tra il 26 e il 27 settembre saranno ideali ambasciatori della Biodiversità e parteciperanno alla raccolta dei dati sulla presenza dei mammiferi marini nella parte meridionale del Santuario Pelagos insieme ai ricercatori del CRiMM onlus (Centro Ricerca Mammiferi Marini) che ormai da diversi anni utilizzano una barca a vela per l’attività di ricerca. Questa iniziativa denominata Trofeo Occhio alle Pinne premierà, non l’equipaggio più veloce, ma quello più attento alle pinne dei cetacei, ovvero che farà più avvistamenti documentati lungo la rotta.

Prima della partenza della tappa Porto Rotondo-Alghero gli equipaggi parteciperanno al briefing tenuto dai ricercatori del CRiMM onlus sulla biodiversità con il focus sui cetacei
che popolano il Santuario Pelagos. Per ciascuna specie saranno fornite informazioni sulla biologia e sul riconoscimento e verranno fornite delle schede di avvistamento da compilare ogni qualvolta si incontreranno sulla rotta dei cetacei Il focus di questa edizione sarà il problema della plastica in mare, saranno illustrati i dati del fenomeno con particolare riguardo al Mar Mediterraneo.
La promozione della Sardegna attraverso la vela avviene quindi attraverso un contributo concreto per la conoscenza della biodiversità con la duplice funzione di accrescere la consapevolezza dei velisti verso i cetacei e contribuire con immagini e filmati all’opera di divulgazione verso il grande pubblico.
A riguardo sarà cura degli organizzatori dell’iniziativa coinvolgere le Aree protette che insistono lungo la rotta (Santuario Pelagos, Parchi Nazionali, Aree Marine Protette e
Parchi Naturali Regionali) affinché si possa amplificare questa iniziativa in coerenza che le finalità istituzionali delle Aree protette. La filosofia di questo trofeo, inserito nel più ampio progetto «Sulle Rotte di Darwin» sostenuto dal Comune di Santa Teresa Gallura, è riassunta nella celebre frase del naturalista Stephen Jay Gould: «Non salveremo mai ciò che non amiamo»

Anche quest’anno, grazie al contributo del zoologo Alberto Fozzi, Sardinia Post seguirà l’evento e le giornate di avvistamento con un apposito Diario di bordo. Ecco quello del 2016.

 

Total
0
Shares
Загрузка...
Related Posts
Total
0
Share