Strada tra le dune di Badesi e Trinità d’Agultu. Il Grig: “Fare subito accertamenti”

Strada sterrata con il passaggio costante di auto fra le dune di Li Mindi a Badesi e Li Feruli a Trinità d’Agultu, realizzata in una zona vietata. È su questa strada che l’associazione ecologista Gruppo d’intervento Giuridico (Grig)punta i riflettori e chiede spiegazioni. L’associazione ieri ha “inoltrato una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione provvedimenti in relazione all’avvenuta realizzazione” della strada.

Coinvolgendo, spiega il Grig in una nota “i ministeri della Cultura e della Transizione Ecologica, la Regione autonoma della Sardegna, la Guardia costiera, i Comuni di Badesi e di Trinità d’Agultu, la Soprintendenza per Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Sassari, i Carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale, il Corpo forestale e di vigilanza ambientale, informata per opportuna conoscenza la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Tempio Pausania”.

Badesi, Li Mindi, transito auto strada sulle dune (foto da Grig)

Il transito dei veicoli sulle dune e sulla spiaggia è vietato come previsto dalla determinazione della Regione del 7 maggio 2021. “L’area – spiega l’associazione – è tutelata con vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.) e con vincolo di conservazione integrale (art. 10 bis della legge regionale Sardegna n. 45/1989 e s.m.i.)”.

Il GrIG auspica rapidi accertamenti sulla legittimità o meno di un’opera che appare “in evidente contrasto con le elementari normative di salvaguardia ambientale”.

[Nella foto di apertura fornita dal Grig: Badesi, Li Mindi, strada sulle dune]

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
51
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
51
Share