Stabilimento balneare con il cemento: protesta ambientalista a Platamona

Gli ambientalisti del Grig, Gruppo di intervento giuridico, hanno avviato una protesta formale a causa di un cantiere sulla spiaggia di Platamona, nella parte Comune di Sorso. A preoccupare l’associazione sono i blocchi di cemento comparsi improvvisamente sull’arenile: “Una bella mattina di questo mese di luglio 2020 sulla spiaggia di Platamona sono comparsi recinzioni, picchetti e blocchi di cemento fra lo sconcerto dei bagnanti”, racconta il presidente del Grig, Stefano Deliperi.

C’è un cartello di inizio lavori in cui “si fa riferimento alla realizzazione di uno stabilimento balneare – spiega Deliperi – con il cemento in spiaggia?”. Su segnalazione di residenti, l’associazione ecologista ha inoltrato una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti per verificare ambito e legittimità dell’intervento. Sono stati coinvolti la Capitaneria di porto di Porto Torres, il Corpo forestale e il Comune di Sorso: “Di cemento in spiaggia non pare proprio che ve ne sia bisogno”.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
13
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
13
Share