A Chia il chiosco-bar è quasi in acqua. Gli ambientalisti: “Una vergogna sarda”

Nella spiaggia di Su Giudeu, a Chia, lungo la costa sud-ovest della Sardegna, c’è un chiosco che sorge a una distanza sospetta dalla battigia. Lo denunciano gli ambientalisti del Grig, il Gruppo di intervento giuridico. “Il decreto legislativo 42/2004 stabilisce che in aree sottoposte a vincolo paesaggistico, come quel tratto di litorale,  la fascia di rispetto è fissata in cinque metri. Chiediamo al Comune di Domus de Maria di svolgere gli opportuni controlli, visto che la struttura in legno crea un muro tra la riva e la spiaggia stessa”.

Il Grig, sempre per Su Giudeu, denuncia un secondo fatto: “Sotto le dune, ugualmente tutelate dalla legge in quanto sono un ambiente unico e straordinario, è consentito il bivacco dei turisti”. Per gli ambientalisti si tratta di “un’altra violazione inaccettabile”. La nota del Girg si conclude così: “Trent’anni fa crollò il muro di Berlino. Almeno si potrà spostare il chiosco-muro di Chia?”.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
59
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
59
Share