Bonifiche, esecutivi i progetti per i siti industriali di Porto Torres

I progetti di bonifica per Porto Torres sono esecutivi. L’ha deciso la Conferenza di servizi riunita oggi nella sede del ministero dell’Ambiente, a Roma, alla quale ha partecipato anche la Regione Sardegna. Al termine del confronto è stata approvata la “Fase 1” del Progetto Nuraghe e delle varianti al progetto di bonifica della falda. L’intervento riguarda mille ettari sui mille e ottocento complessivamente compresi nel Sito di interesse nazionale, ossia l’area dell’ex polo petrolchimico più compromessa dal punto di vista ambientale. Quelli approvati oggi rientrano in un pacchetto di progetti per cui Syndial arriverà a movimentare complessivamente più di 200milioni di euro.

“Il percorso di bonifica che stiamo affrontando sul territorio nazionale registra oggi uno straordinario risultato”, afferma il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti. “Quando ci sono unità tra le istituzioni e procedure chiare per l’applicazione del principio che chi inquina paga, si possono raggiungere obiettivi attesi da anni – aggiunge -. Per Porto Torres, la Sardegna e l’Italia, oggi è una giornata importante”. Per l’assessore regionale dell’Ambiente, Donatella Spano, “l’approvazione dei progetti di bonifica a Porto Torres è un fatto storico per l’Isola e per lo sviluppo, finalmente sostenibile, delle aree industriali”. La caratterizzazione dell’area Syndial è iniziata più di dieci anni fa. “Il percorso attivato a livello locale e nazionale ha dato i suoi frutti – prosegue l’assessore – la bonifica da più di 200milioni avrà ricadute occupazionali importantissime per l’Isola”. La Fase 1 prevede la realizzazione di una piattaforma polifunzionale per il trattamento dei suoli di Minciaredda, dell’area Peci e quelli provenienti da altre aree dello stabilimento. Il “Progetto Nuraghe” prevede nella sua stesura definitiva l’utilizzo delle migliori tecniche disponibili a livello internazionale e la massima tutela ambientale e sanitaria.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share