Andata e ritorno da destra a sinistra: Anita Pili, la sindaca che ama cambiare

Da destra a sinistra andata e ritorno. È la storia politica di Anita Pili, sindaca di Siamaggiore (Oristano), classe 1982, che nell’ala moderata prova di nuovo a farsi largo da candidata alle Regionali con Sardegna 20venti, la civica fondata dal consigliere uscente e azzurro Stefano Tunis (anche lui in corsa) con l’obiettivo di fare guerra alla sua stessa Forza Italia.

È un racconto di intrecci con altri candidati, quello della Pili che a Oristano, dove è nata, scopre la passione per il governo del territorio grazie a Pasquale Onida, ex presidente della Provincia, anche lui amante dei cambi di partito. Ma se Onida, ex segretario di Forza Paris dopo una vita nella Dc, è sempre rimasto nel perimetro del centrodestra pur simpatizzando per una sfilza di partiti (Ppi, ex Cdu e Forza Italia), la sindaca ha fatto un salto importante.

La Pili (foto Facebook) è una componente dimissionaria della Direzione Pd, dove sembrava aver trovato la pace politica. Non solo: la prima cittadina di Siamaggiore è stata una delle 128 fasce tricolori che ha sostenuto la candidatura di Massimo Zedda, presentandosi di persona all’appuntamento di novembre a Milis. Nel mezzo uno scontro durissimo con il leader e fondatore del Partito dei Sardi, Paolo Maninchedda, che l’aveva indicata come candidata alle Primarias. La reazione delle Pili non si era fatta attendere: a Maninchedda aveva risposto con una secca smentita parlando di “invenzione“.

Adesso la corsa con Sardegna 20Venti. Destino poi ha voluto che nel collegio di Oristano la sindaca dovrà vedersela con un altro Onida Pasquale. Stavolta un giovane, candidato nella lista di Energie per l’Italia.

Al. Car.
(@alessacart on Twitter)

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
33
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
33
Share