La zona franca nel porto di Cagliari, il Pd nomina il nuovo amministratore

Gianni Corona, commercialista e consulente economico-finanziario, è il nuovo amministratore unico di Cagliari free zone (Cfz), la società nata nel 2016 per provare a realizzare la zona franca nel porto del capoluogo. Corona è stato votato dall’assemblea dei soci della Scpa, la società consortile per azioni partecipata al 50 per cento dall’Autorità portuale unica regionale, Mare di Sardegna, e dal Consorzio industriale provinciale di Cagliari, il Cacip. Prende il posto di Piergiorgio Massidda.

La nomina di Corona è una scelta del Pd. Il commercialista è di area Cabras, come lo sono sia il presidente della Port Authority, Massimo Deiana, sia quello del Cacip, Tore Mattana. Ma per la nomina di Corona si è speso molto anche il consigliere regionale Franco Sabatini che nello scacchiere del Pd fa parte della maggioranza che governa il partito proprio insieme ai popolari-riformisti di area Cabras-Fadda. Corona, che fa il consulente della NonnaIsa di Villacidro ed è componente del Cda in Sarda factoring (partecipata del Banco di Sardegna), è anche amico di Siro Marrocu, ex deputato e sua volta, da ex Ds, è uno dei big della corrente dem a cui appartiene pure Sabatini.

Adesso che Corona è in carica, la Cagliari free zone deve passare alla fase operativa. Il primo obiettivo è completare le procedure di legge previste per la perimetrazione e la recinzione dei primi sei ettari da destinare a zona franca doganale interclusa. L’intervento è già stato finanziato dalla Regione nel 2015 con un finanziamento di oltre un milione di euro. “Con la nomina dell’amministratore unico – spiega Deiana – puntiamo a dare piena operatività alla zona franca doganale, completando un percorso avviato da troppo tempo e rallentato da difficoltà di carattere burocratico e amministrativo. Insieme al presidente del Cacip, Salvatore Mattana, ringraziamo il presidente uscente Piergiorgio Massidda e tutto il Cda per il lavoro svolto e ci avviamo con determinazione a completare il rilancio dello scalo merci cagliaritano che dovrà giocare un ruolo centrale nei traffici di settore”. (al. car.)

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
7
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
7
Share