Tumori, nell’Isola oltre 70mila casi. Nel 2017 9mila nuove diagnosi

In Sardegna oltre 70mila persone convivono con una diagnosi di tumore e nel 2017 si sono registrati 9mila nuovi casi. Oggi a Cagliari è stato presentato il progetto “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere”, promosso da Salute Donna onlus in collaborazione con altre 19 Associazioni pazienti, nato per contribuire al miglioramento dell’assistenza e della cura dei pazienti oncologici e onco-ematolgici, superando le disparità che ancora sussistono tra le regioni italiane. Rendere più omogenea l’offerta di servizi, aumentare l’adesione agli screening e attivare la Rete oncologica sono alcune delle priorità sulle quali si sono confrontati i rappresentanti delle Istituzioni locali, i clinici e le Associazioni dei pazienti.

Punto di riferimento per il dibattito l’Accordo di Legislatura 2018/23, un’agenda delle priorità sottoposta dai promotori del progetto all’attenzione di politici e Istituzioni per aumentare l’efficacia della cura e della presa in carico dei pazienti oncologici e onco-ematologici. “Crediamo convintamente nel ruolo delle Associazioni di pazienti e familiari nelle scelte sanitarie – ha detto l’assessore alla Sanità Luigi Arru – ed infatti uno dei primi atti compiuti come assessore è stato quello di stringere un accordo con Slow Medicine per un monitoraggio delle strutture ospedaliere e ambulatoriali della Sardegna. Dal 2016 poi l’Assessorato finanzia il progetto Tramas, Rete dei cittadini, rivolto ad Associazioni di tutta la Sardegna. I partecipanti vengono formati e informati, così da poter dare il proprio contributo nelle scelte di programmazione sanitaria in maniera consapevole”.

“La Sardegna sta vivendo un grande fermento rispetto all’oncologia – ha dichiarato Francesca Bruder, oncologa al Businco di Cagliari – è del 30 gennaio 2018 la Delibera che mette su carta la programmazione delle attività da portare avanti riguardo la costituzione della Rete oncologica regionale. È stato individuato nel modello del Comprehensive Cancer care Network, quello da utilizzare e nel quale è prevista una Autorità centrale per la gestione della Rete”.

 

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share