Poetto, dal consiglio regionale arriva la Salva-baretti: chioschi aperti almeno fino al 31 dicembre

Martedì prossimo il consiglio regionale approverà, a meno di improbabili colpi di scena, una norma transitoria che permetterà ai chioschetti del Poetto di rimanere in piedi almeno fino al 31 dicembre 2013. La proposta di legge è stata sottoscritta oggi da tutti i capigruppo – particolare che suggerisce il via libera in aula senza intoppi – e permetterà ai gestori di evitare lo smantellamento dei baretti.

“Si tratta di un provvedimento esclusivo per Cagliari, unico comune sardo che ha approvato il Piano di utilizzo del litorale – ha precisato Adriano Salis, dell’Idv – ed è stato pensato per evitare che, nell’imminenza della stagione estiva, i chioschetti dovessero essere smantellati. In questo modo si dà una duplice risposta: ai gestori dei bar e alle decine di migliaia di cittadini che frequentano il Poetto. Contemporaneamente, abbiamo chiesto all’assessore regionale all’Urbanistica ed enti locali Nicola Rassu di studiare subito una norma che modifichi il Piano paesaggistico regionale, in accordo con il ministero, affinché questa norma possa essere estesa anche agli altri comuni dell’Isola”.

Il provvedimento è stato sottoscritto durante l’incontro convocato dalla presidente del consiglio regionale Claudia Lombardo, a seguito di una lettera inviata la scorsa settimana dal sindaco di Cagliari Massimo Zedda, presente all’incontro oggi pomeriggio.

Il dispositivo sarà discusso martedì prossimo in consiglio regionale.

Total
0
Shares
Загрузка...
Related Posts
Total
0
Share