La ‘Campagna Bellieni’, la villa con gli ulivi di Sassari è salva dal cemento

È salva dal cemento la ‘Campagna Bellieni‘, un’area di 6,5 ettari ricca di ulivi nell’agro di Sassari, che non verrà destinata a interventi di edilizia residenziale pubblica come originariamente indicato nel Piano urbanistico comunale di Sassari. Esultano gli ambientalisti del Gruppo di intervento giuridico dopo il pronunciamento del Tar Sardegna, a fine dicembre, e della Commissione regionale patrimonio culturale che ha dichiarato l’area “bene storico-culturale”.

“Si tratta della positiva conclusione della lunga battaglia condotta dalla Famiglia Bellieni – ha spiegato l’associazione ambientalista – per veder riconosciuto il diritto alla salvaguardia di un vero e proprio gioiello ambientale e dell’identità sassarese. Ed il Gruppo d’intervento giuridico è orgoglioso d’essersi messo al loro fianco, in trincea”. La ‘Campagna Bellieni’, nella località Baddi Manna – Cabbu di Spiga, è un’area tutelata ricca di ulivi ma anche di lecci, pini neri, lentischi, mandorli, allori, viburni, ginestre, nonché di fauna tipica della campagna mediterranea (rapaci, passeriformi, turdidi). Si tratta della storica ‘campagna’ dei Bellieni, di Camillo, politico, eroe di guerra, fra i fondatori del Movimento dei Combattenti e del Pd’Az, del fratello Vittorio, anch’egli eroe di guerra e caduto in guerra. “Famiglia che a Sassari e all’Italia ha dato molto – hanno precisato gli ecologisti – anche il proprio sangue. Sassari dedica loro una strada, a due passi dal cuore cittadino di piazza Italia, ma avrebbe potuto a breve spazzare via un luogo della florida campagna sassarese da sempre a loro vicino per trasformarlo in anonima periferia. La difesa della ‘campagna olivetata’ dei Bellieni non è per nulla un fatto privato. Ora l’attuale Amministrazione comunale non può che prendere atto del provvedimento di salvaguardia della ‘Campagna Bellieni’ e provvedere alla conseguente modifica del Piano urbanistico comunale”.

Foto del Gruppo di intervento giuridico

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share