Venerdì fiaccolata e lutto cittadino per Artan Meta, il barista ucciso a Villasor

Articolo pubblicato il 30 gennaio 2013
fiaccola

Nel pomeriggio verrà effettuata l’autopsia sul corpo di Artan Meta, il commesso albanese di 45 anni (residente da 25 a Villasor) morto al Brotzu in seguito a un calcio in pieno viso sferratoglio dal diciottenne Nicholas Melis. Ad effettuarla, il medico legale Francesco Paribello. L’uomo è morto dopo sei giorni di agonia in ospedale. Era stato trasportato d’urgenza in condizioni disperate dopo che il giovane lo aveva picchiato. Artan Meta lo aveva rimproverato per aver preso a pugno la macchinetta distributrice di sigarette, all’esterno del bar-hotel Mondial.
I familiari hanno autorizzato la donazione degli organi. Venerdì, giorno in cui dovrebbero svolgersi i funerali prima del rientro della salma in Albania, si terrà una fiaccolata a Villasor per ricordare Artan, che in paese era ben voluto da tutti. Per il giorno dei funerali l’amministrazione comunale ha proclamato il lutto cittadino.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>